vivere in sette tra profumo di pane, fruscio di pagine, ronzio di radio, risate di giochi e sogni di viaggi

martedì 28 febbraio 2012

Scake nella prima parte del nuovo episodio dal titolo :"Quella zingara di un'erba ... !"


"...apfelsaft, apfelmuss, buttervanille,  kartoffelnknoedel halb und halb, schattenmorellen, sauerkirschen, haferflocken..."
Non e' un brano di un poeta bavarese.
E' l'elenco di quello che ho dovuto acquistare a Monaco prima di ripartire. Non ho potuto farne a meno perche' in Italia queste preziose specialita' non le vendono e non le producono.
Cosa sono ?
Andiamo con ordine.

Dovevamo festeggiare il mio compleanno con qualcosa di speciale e nonostante le proposte goderecce di parenti e amici, N. ha una brillante idea: perche' non conciliare un compleanno con un funerale ?
Eh ... lo so ... Pero' l'idea ha fruttato un weekend gagliardo.
Il 28 febbraio ricorre il primo anniversario della morte di T. cugino del papà di mio marito.
Da diversi anni viveva stabilmente a Monaco di Baviera dove si era trasferito con tutta la sua numerosa famiglia per evangelizzare le zone scristianizzate della Germania vivendo in missione. N. è molto legato al ricordo di T. (uomo molto carismatico) e ai suoi figli più grandi, ma non aveva mai avuto occasione di andarli a trovare a Monaco.La missione di T. ha attirato molti giovani italiani amici dei suoi figli in Germania che poi si sono fatti lì una famiglia propria sposando ragazze/i tedesche/i .Proprio attraverso uno di loro abbiamo avuto in prestito una casa e N. ha deciso di partire con tutti i bambini.

qualche panino per il viaggio...
Insomma in quattro e quattr'otto sabato mattina partiamo.
Arriviamo per cena dal primogenito di T. e sua moglie ed in un attimo i nostri figli spariscono nelle camere dei bambini a giocare come se quella fosse casa loro !! Veniamo accolti come fratelli e parliamo come se ci fossimo visti due giorni prima.
Poi siamo accompagnati in un'altra zona della città, ci viene consegnata la chiave dell'appartamento di M.e E. che sono tornati a Perugia per qualche giorno di vacanza e la parola d'ordine è "fate come se foste a casa vostra".
Ora dico: manco ci conoscevano, ci hanno permesso di entrare in casa in loro assenza e usare le loro cose fidandosi ciecamente...Credo che sia questo che si intende quando si dice: l'ospite è sacro. Abbiamo cercato di contenere i bambini che si sono trovati catapultati in un "paradiso dei giocattoli" in quanto la coppia ha due piccoli e la loro cameretta trabboccava di ogni ben di Dio.
Eravamo amici di amici per cui una certa garanzia c'era, ma a pensarci bene non così tanta. Grazie E. grazie M. 
La sera siamo andati a Messa e abbiamo rivisto altri figli e soprattutto tanti nipoti di T. BIONDI TEDESCHI PROPRIO ! A. con il pancione ci traduceva in simultanea la celebrazione e ci hanno fatto anche qualche canto in italiano per farci sentire a casa. Il tutto in un'atmosfera di grande serenità e allegria nonostante si ricordasse nelle intenzioni speciali la morte di T..
Una volta tornati in appartamento E. G. e L. i più piccoli erano in corto circuito e non ne volevano più sapere di andare a letto inoltre avendo la possibilità di scegliere dove dormire si erano messi a discutere . Il tutto alle ore 23.45 ! Alla mattina sveglia all'alba per giocare (non hanno assolutamente il concetto di dolce dormire in vacanza), colazione ad altissimo indice glicemico (muesli al cioccolato, finta nutella, pane, latte e caffè) partiamo per il centro di Monaco dove ci diamo appuntamento con M. altro italiano sposato con E. tedesca, padre di quattro buonissimi bambini TUTTI con gli occhi azzurri !!!







moderna galleria del centro
torre del Duomo



Rathaus-Municipio
video
video


particolare del Municipio in Marienplatz


particolare di una palazzo nella piazza


la nuova sinagoga
all'interno del Municipio
M. è architetto per cui ci porta a passeggiare per il centro raccontandoci la storia degli edifici (gallerie moderne, Chiese, Municipio e palazzi residenziali). Andiamo a vedere la nuova Sinagoga e poi ci consiglia di mangiare in una birreria del centro e noi intirizziti dal grande freddo ci lanciamo all'assalto di wurstel, spaetzle e kartoffeln !



la birreria

















 Quello che mi colpisce tra le altre cose è l'enorme quantità di posti dove mangiare, anche solo un dolcetto con un caffé, le vetrine sono spettacolari e riesco ad assaggiare l'Apfelschnecken frittierte (le chiocciole fritte alle mele)...Spettacolari !!!









a destra le Apfelschnecken


{fine prima parte}

Nessun commento:

Posta un commento