vivere in sette tra profumo di pane, fruscio di pagine, ronzio di radio, risate di giochi e sogni di viaggi

lunedì 28 maggio 2012

Pace fatta

Ieri siamo andati in giro con il camper.
Il camper? Perche' nessuno sapeva che avevamo un camper?
Ok non immaginatevi una cosa lucente bianca con specchietti retrovisori cromati, sensori di parcheggio e antenna satellitare. Il nostro camper e' questo:






Un'Hymermobile dell'81, 4 marce, no servosterzo, 30km/h in salita, 90km/h lanciato in pianura, omologato 7 posti. Ormai vettura storica.
Lo so che fa ridere, ma io l'adoro.
All'epoca era un camper di lusso e dentro e' ancora bellissimo. I mobiletti sono in legno massello scuro, i faretti sono dorati, le tendine in velluto, i rivestimenti delle sedute sono ancora perfetti. Il letto matrimoniale di N. e me e' piu' comodo del letto di casa!
Chi lo teneva prima era un amante appassionato, noi ce lo abbiamo da solo tre anni.
Il viaggio piu' lontano che ci abbiamo fatto e' stata la Slovenia, ma siamo andati anche in Toscana.

I bambini impazziscono quando ci saliamo dentro, ma ieri sono proprio andati fuori di testa ed hanno passato il segno.


Abbiamo fatto un picnic parcheggiando accanto ad un parco giochi. Il bello e' proprio questo: ti metti li', porti fuori il pranzo, mangi e se sbricioli non devi spazzare per terra, bevi dalla fontana e mentre i tuoi figli digeriscono penzolando a testa in giu' da un castello di legno, tu digerisci sbragato sulla sdraio o sul letto con un libro in una mano ed una tazzina di caffe' della moka nell'altra e magari fai anche una pennichella.
La mia domenica estiva ideale.
Ovviamente poi non va mica cosi'...
Ieri per esempio i miei suoceri erano dalle nostre parti e siamo andati a trovarli. E. e G. eccitati ai massimi livelli storici pensano bene di fare la gara a chi riesce a tirare su di peso i tavolini di plastica del giardino dell'hotel. Ne prendono uno a testa e mentre li metto a fuoco e realizzo cosa stanno facendo ne combinano una grossa: lasciando cadere a terra i tavolini ne spaccano le zampe di plastica.
INCAZZATURA MEGA GALATTICA!
Ovviamente li' per li' solo uno sguardo fulminante e le scuse con la padrona dell'hotel (ke figura...) con la promessa che se li trovo uguali glieli compro (mi tocca pure spenderci i soldi...), ma una volta saliti in camper N. ha fatto un casino ENORME.
Si e' arrabbiato tantissimo e loro che di solito alle sgridate reagiscono ghignando stavolta si sono spaventati. Quella che strilla di norma sono io. Vedere il papa' infuriato e urlante e' una cosa insolita.
E. si e' beccato anche uno scapaccione sul sedere.

La sera a cena vengono B. e D. con le loro quattro femminucce e tutto finisce li'.
Oggi N. esce di casa nervoso con i sensi di colpa e quando torna io lo vedo di striscio perche' sto andando nell'orto a fare il mio primo raccolto.

due piante di lattuga romana, una di gentile rossa e una di trocadero

E quando torno all'ora di cena per preparare prosciutto, melone, mozzarella e pomodoro (mi voglio ingozzare di italianita' prima di partire!) sulla tavola ci sono 5 pacchetti di Freeky Fries e degli spaghetti di gommose Haribo alla Cola Extra-Sour.
"Queste cose il papa' ve le regala per scusarsi che ieri ha esagerato troppo nello sgridarvi" esordisce N. quando siamo attorno alla tavola. "Siamo noi papa' che dobbiamo scusarci" dice G. con un sorriso "Si papa' scusa" dicono tutti e fanno un bell'applauso.  
N. e' un po' piu' sereno.
I bambini non si segnano niente, siamo noi adulti che teniamo dentro i rancori.
Pace fatta.

Ma 'sti tavolini adesso dove li trovo????



E adesso sgranocchiamo le Freeky Fries tutti assieme!


video


2 commenti:

  1. La vostra vita è proprio un avventura. Il camper ci sta tutto!

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione!!!!
    Ciao Scake

    RispondiElimina