vivere in sette tra profumo di pane, fruscio di pagine, ronzio di radio, risate di giochi e sogni di viaggi

sabato 16 giugno 2012

Ciao

Ci siamo: stiamo partendo.
Ed io ci ho pensato parecchio...
non credo di farcela per cui CHIUDO QUI.
...
...
...
scherzettooooo!!!!
Ci trasferiamo solamente per questo periodo estivo in un'altro blog.
Si chiama of course


Ho pensato che 10 ore al giorno in totale dedizione alla prole non mi avrebbero permesso di seguire tutti e due i miei blog. Allora perche' non riunirli in uno solo?
Ma il nome andava cambiato.
Per cui siccome c'ho preso parecchio gusto (e non so come faro' a mollare blogspot quando tornero' al lavoro nel 2013...) ho inventato una cosa nuova che ci accompagnera' fino a settembre.

I primi giorni i post saranno programmati.
Usciranno cose che segretamente ho scritto da qualche tempo in qua mentre la possibilita' di fare quest'esperienza estiva diventava sempre piu' concreta.
Poi spero di inondare il web di foto edimburghesi e non solo!!!

Allora clikkate sul titolo del nostro nuovo blog e...
BUON VIAGGIO!!!!

giovedì 14 giugno 2012

Un tuffo nel passato prossimo

Di chi e' questa manina bella?

Potrebbe essere una foto di uno dei miei due maschietti di qualche anno fa (mano quadrata e cicciotta, pelle abbronzata) ed invece e' di P. mio nipote che domani compie il suo primo anno di vita.


Ieri per emergenza in casa dei miei e' stato con me tutta la mattina.
Con me. Un momento . Io l'ho visto pochissimo perche' in realta' l'hanno catturato i miei figli e se lo sono spupazzato per 4 ore.
"Ma dai adesso tocca a me tenerlo in bracciooooo!""Mamma perche' prende i giocattoli che gli da' G. e i mie no???""Non capisci che vuole camminare solo con me?""Mi sembra che ci sia una certa puzza in questo pannolino...posso lavargli il culetto?"

lunedì 11 giugno 2012

La soffitta

CE L'HO FATTAAAAA!!!!!!

Lo voglio scrivere proprio a lettere cubitali perche' e' un grosso traguardo.
Volevo fare le foto anche del prima e del dopo, ma ero troppo presa per ricordamene...

Vi avverto che questo post e' in puro stile Lucy in the Attic che vi invito a conoscere.
Ammiro questa donna, la trovo un'eroina.
Vive tutto l'anno in casa in un non precisato paese di una non precisata contea britannica tra uncinetto, matasse di filati, pezze di stoffa, fiori e figli.
Basta.
Un po' come le eroine di Jane Austen.
Le sue uniche varianti consistono in una roulotte che va a campeggiare sempre nello stesso posto e la spiaggia sul mare burrascoso quando va trovare i suoi nel Dorset.
Sono circa tre anni che la seguo e i suoi post sono coloratissimi, pieni di vitalita', allegri e sereni.
A vederla deve essere anche una bella donna sui 35/40 anni.
Pero' il suo orizzonte e' veramente vicino...
Non ho niente contro chi si barrica in casa, anzi mi fa invidia la capacita' di non annoiarsi mai, di sapere stare tra quelle quattro mura guardandole ogni mattina come se fossero una cosa nuova.
Adoro casa mia, ma dopo un po' le routine della pulizia, spesa, cucina...KE PPPPAAAALLLLE 'STO SPETTAAAACOLOOOOO!!!! (parafrasando Anna Marchesini).
Ogni tanto Lucy posta le immagini before/after degli angoli di casa sua a cui mette mano.
L'inventiva non le manca, inoltre ha le mani d'oro e realizza dei lavori all'uncinetto originali e bellissimi.



Insomma in due giorni ho sistemato la soffitta!
Ke KaKKio di lavoro...
Era un rifugium peccatorum.
Tutto quello che sta in stand by che vuol dire: "non lo uso piu', ma mi guardo bene dal buttarlo".
Piu' altra roba alla rinfusa.
Volete l'elenco? No perche' io ve lo faccio eh?

Sono riuscita a liberare il tavolo che volevo prestare gia' un anno fa a mia madre che pero' era sommerso dai panni del cambio stagione+panni da regalare alla Caritas+panni da selezionare perche' non so bene che fine dovessero fare.
HO BUTTATO UN SACCO DI ROBA!!! Me ne pentiro' amaramente vero? Lo so.
Ho riorganizzato le scatole di vestiti in base all'eta' dei bambini, ho dotato ogni scatola di foglietti salvalana.
Poi sono passata al pavimento dove viaggiavano gatti di polvere miagolanti.
Prima la scopa, poi l'aspirapolvere, poi lo straccio.

Immaginate la scena?
Sottotetto con velux, caldo boia, grondante di sudore, mise da donna delle pulizie, capelli stile spaventapasseri, radiodue di sottofondo per concentrarmi su qualcosa di piacevole.
Ci ho messo due giorni. Volevo farlo da un anno.
..
..
CE L'HO FATTAAAAA!

mercoledì 6 giugno 2012

Una serata davvero BELLA

Era gia' un po' che i bambini canticchiavano per casa canzoncine che non avevo mai sentito prima, diverse da quelle del repertorio classico della fascia materna/elementare.
Inoltre tornavano spesso a scuola per appuntamenti extraorario.
Poi giorni fa ci portano tutti eccitati l'invito ad una serata al teatro parrocchiale dove ci sara' uno spettacolo.
I nostri tre figli delle scuole elementari (prima,terza e quarta) sono protagonisti e le loro maestre hanno lavorato a classi aperte per preparare tutto da mesi.
So gia' che queste cose sono bellissime.
A Natale per esempio ci regalano il concertone dove cori di bambini cantano alternandosi ad altri che recitano poesie, inoltre si avvalgono anche dell'accompagnamento musicale dell'orchestra delle scuole medie: violini, contrabbasso, fiati, ottoni, batteria, chitarra, fisarmonica.

Quest'anno ci hanno parlato delle tradizioni del mondo.

Posto poche foto (troppo emozionata per immortalare tutto) ed anche un pezzetto di video in cui i bambini hanno ballato la Vinchia una danza popolare emiliana.
L'hanno inclusa nei balli del mondo per ricordare chi sta soffrendo per il sisma.
Mi sono commossa nel vedere mio figlio E. di solito cosi' ribelle ("COL CAVOLO che mi metto a ballare davanti a tutti!!! Mi vergogno COME UN LADRO!!!) dare la mano ai suoi compagni di classe e sorridere muovendosi sul palco con l'aria di chi non potrebbe essere piu' felice.
Anche E. e G. erano emozionati e soddisfatti.
Mi e' piaciuto vedere come la musica ha riunito proprio tutti: quelli che di solito litigano sempre, quelli che non riescono ad integrarsi perche' sono stranieri, perfino i piu' timidi che non si espongono mai.
Voglio dedicare agli emiliani (Madame e' anche per te!!) questa piccola grande cosa che questi bambini hanno realizzato come un augurio che la ricostruzione della vostra terra riparta con questo tipo di spirito.

In the Jungle...

la Samba
la Vinchia



video



martedì 5 giugno 2012

La Famiglia

Ieri siamo andati a Milano.
Ci siamo trovati alle 5 della mattina su un pullman assieme ad altre famiglie del Cammino della zona e siamo partiti alla volta del capoluogo lombardo per vivere la Celebrazione Eucaristica con Benedetto XVI su una pista aereoportuale per la VII Giornata Mondiale della Famiglia.

Premessa:
Sono avvezza a questo tipo di viaggi. E forse e' per questo che gli aspetti caotici dell'esistenza mi hanno sempre fatto poca impressione: quando ti abitui a stare in mezzo alle moltitudini (vi assicuro che quella di ieri era una moltitudine), all'aperto poco preoccupata dell'eventualita' di beccarti l'acqua o il sole verticale sulla testa, con il fegato di usare le toilet a cabina di plastica tipiche dei raduni, seduta per terra su un giornale o un telo per ore, magari anche tra folate di polvere... le tante situazioni imprevedibili e scomode della vita se non altro non ti sconvolgono.
In un certo senso un palestra.